GuruNotizieNetflix

The Gentleman: Gangster Aristocrats in a Comedic Thriller

I personaggi di Guy Ritchie sono tutti gentiluomini, che nella serie televisiva uscita la scorsa settimana su Netflix, portano avanti il suo stile “gangster” originale, ma con un tocco decisamente diverso. The Gentleman, spin-off dell’omonimo film del 2019 con Matthew McConaughey e Colin Farrell, vede come protagonisti Theo James, Kaya Scodelario e Giancarlo Esposito, in un leggero thriller d’azione con un tocco comico, divertente ed esilarante.

C’è però qualcosa di strano, ma non in senso negativo. E questa sensazione, conoscendo il regista, è difficile da abbandonare durante gli otto episodi. Questa nuova forma di Guy Ritchie funziona, il regista britannico ha scritto e diretto il film, mentre nella serie ha diretto i primi due episodi e ha supervisionato il resto come produttore esecutivo.

Il curriculum di Guy Ritchie parla chiaro: da RocknRolla a Lock & Stock – Pazzi scatenati, passando per The Snatch – Lo strappo, ha sempre raccontato le storie assurde dei gangster britannici, dagli amatoriali ai più letali. In The Gentleman, lo stile risulta però più aristocratico, curato e pulito. La fotografia ricorda molto quella di Netflix, a differenza delle scene più grezze, sporche e fredde dei suoi precedenti lavori.

I suoi archetipi e il suo stile narrativo, però, sono tutti presenti. Anche alcuni dei suoi attori preferiti sono tornati in questa serie. Vinnie Jones è uno di questi, interpreta un leale guardiacaccia con cui è difficile non empatizzare. E poi le sottotrame, come da marchio di fabbrica, si intrecciano fino a esplodere, lasciando il pubblico confuso e divertito, in attesa del prossimo colpo di scena che arriva poco dopo il precedente.

Anche la comicità è rimasta la stessa, dai fondamentalisti religiosi con l’incomprensibile accento di Liverpool, ai viaggiatori, agli incontri di boxe truccati, agli eccentrici scommettitori e agli uomini d’affari di dubbia credibilità. Il tutto viene condito con zoom, rallenty e montaggi ritmati.

Ma tutto è più calmo, meno dinamico rispetto al Guy Ritchie di qualche tempo fa. Tutto è più elegante, come spesso dicono i personaggi nel corso della serie, dove il nuovo Duca di Halstead, Edward Horniman, scopre che suo padre faceva affari con un grosso cartello della marijuana, con cui è costretto a collaborare se vuole che questi lascino la sua proprietà, sotto la quale hanno costruito un complesso sistema di piantagioni.

GuruNotizie

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle nostre ultime notizie.

In questa commedia d’azione, Ritchie racconta l’aristocrazia inglese con immagini aristocratiche, senza nascondere la verità, mettendo gli spettatori nella giusta prospettiva per fotografare quanto la nobiltà inglese sia composta, come gli scapestrati che cercano di farcela, da veri e propri gangster pronti a tutto per mantenere il loro status.

The Gentlemen vanta un cast incredibile. James (Divergent, The White Lotus) interpreta perfettamente il nuovo Duca, sporco delle attività criminali appena scoperte, ma mantenendo la sua altezzosità. Scodelario (Skins, Maze Runner) dà vita alla stoica donna d’affari del cartello Susie Glass, che gestisce l’impero della droga di suo padre con freddezza e pragmatismo.

Giancarlo Esposito interpreta il potente nobile – anche ricco di fascino – Stanley Johnston, disposto a tutto pur di acquistare la tenuta di famiglia degli Halstead. Un intreccio ben scritto e messo in scena. La serie scorre piacevolmente ed è un ottimo punto di partenza per scoprire lo stile di Ritchie, che risulta più elegante e pacato, meno virtuoso e soprattutto più attento alla fotografia di una nobiltà decadente, pronta a distruggere l’intero paese pur di conservare un briciolo di rilevanza.

Guardando come il castello di carte crolla episodio dopo episodio, come l’azione segue questa stravagante e coinvolgente escalation in cui volano proiettili e parole forti da gentiluomini, non si può che rimanere affascinati. E come diceva alla dogana il “cugino Avi” in The Snatch – Lo strappo, interpretato da Dennis Farina, quando gli chiedono se ha qualcosa da dichiarare: “Sì, non andate in Inghilterra”.



Nobili Gangster: il nuovo film firmato Guy Ritchie

Nobili Gangster: il nuovo film firmato Guy Ritchie

Introduzione

Il celebre regista britannico Guy Ritchie ha fatto parlare di sé negli ultimi anni grazie ad opere cinematografiche che sfoggiano uno stile unico e caratteristico, tra cui “Snatch – Lo strappo” e “Lock & Stock – Pazzi scatenati”. Ora, nelle sale cinematografiche di tutto il mondo arriva il suo ultimo lavoro, “Nobili Gangster”, un film che promette di essere un’epica avventura criminale nel pieno stile di Ritchie.

La trama

Ambientato nel cuore di Londra, “Nobili Gangster” segue le vicende di una famiglia di gangster aristocratici che gestiscono un lucrativo impero criminale. La storia ruota attorno ai figli del capo famiglia, due fratelli combattuti dalla rivalità e dalla lotta per il controllo del business dei loro genitori. Intrighi, alleanze e tradimenti rendono la trama avvincente e ricca di colpi di scena.

Lo stile di Guy Ritchie

Un elemento costante nelle opere di Guy Ritchie è il suo stile visivo distintivo, caratterizzato da montaggi rapidi, dialoghi acuti e un umorismo peculiare. Questo tipo di narrazione dinamica e coinvolgente traspare anche in “Nobili Gangster”. Inoltre, il regista è noto per l’uso sapiente della colonna sonora, che crea una perfetta sinergia con le immagini e contribuisce ad amplificare l’atmosfera del film.

Il cast e le performance

Un altro punto di forza del film è sicuramente il cast di eccezionali attori che danno vita ai personaggi. Tra i protagonisti troviamo talenti del calibro di Matthew McConaughey nel ruolo del capo famiglia, Hugh Grant in una nota parte di un investigatore privato e Charlie Hunnam come uno dei figli di McConaughey. Tutti gli interpreti sono riusciti a trasmettere al meglio l’essenza dei loro personaggi, contribuendo a rendere “Nobili Gangster” una vera e propria esperienza cinematografica indimenticabile.

Conclusioni

“Nobili Gangster” è un altro capolavoro firmato Guy Ritchie, che dimostra ancora una volta il suo talento nel raccontare storie coinvolgenti e ricche di azione. Il film promette di intrattenere gli spettatori con la sua trama avvincente, il suo stile unico e le eccezionali performance del cast. Se sei un appassionato del genere gangster e sei in cerca di un’esperienza cinematografica indimenticabile, “Nobili Gangster” è sicuramente un film da non perdere.


Mostra di più

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio